Crea sito

Inaugurazioni ed eventi di un giorno

**************************************************

14 dicembre 2018

ore 17

Narrative Panorama

Rossocinabro
Via Raffaele Cadorna 28, Roma
14 – 31 dicembre 2018
Opening: 14 dicembre ore 17 – 19


Rossocinabro è lieta di presentare una mostra collettiva intitolata The Narrative Panorama, che riunisce il lavoro di ben 29 artisti: Janice Alamanou, David Dai,   Onno Dröge, Ana Paola González, Andreina Guerrieri,  Osamu Jinguji, Sua Rose Kim, Pia Kintrup, Marta Kisiliczyk, Ioanna Konstantinou, Judy Lange, Lisa J Levasseur, LiV, Walter Marin,  Alexandra Mekhanik, Betsie Miller-Kusz, Elvio Miressi, Rachel Mohawege, Paris Leroy, Edna Piorko, Irena Procházková, Daniela Rebecchi, Caroline Rexborg, Angelo Rossi, Sandra Schawalder, Shigeru K, Sergey Teplyako,  Ildikó Terebesi, Silvia Withöft-Foremny. Ogni artista crea uno spazio idealizzato ed esperienziale per lo spettatore, che è fortemente influenzato e costruito su credenze, emozioni, nostalgia e immaginazione. Comprendendo vari media che includono fotografia, acrilico, pietra e minerali argillosi, The Narrative Panorama giustappone la tecnica pittorica, la produzione digitale e la scultura, che a loro volta incapsul!
 ano contrastanti narrazioni contemporanee e linguaggi visivi.
A cura di Cristina Madini
Immagine guida: Jungle of emotions – olio su tela cm 100x120x4 di Marta Kisiliczyk
Sul sito troverete gli approfondimenti su ogni singolo artista
Per informazioni, contattare Giuseppe Barbolla allo 06 60658125 o [email protected]


Rossocinabro is pleased to present a group exhibition titled The Narrative Panorama, which brings together work of 29 artists: Janice Alamanou, David Dai,   Onno Dröge, Ana Paola González, Andreina Guerrieri,  Osamu Jinguji, Sua Rose Kim, Pia Kintrup, Marta Kisiliczyk, Ioanna Konstantinou, Judy Lange, Lisa J Levasseur, LiV, Walter Marin,  Alexandra Mekhanik, Betsie Miller-Kusz, Elvio Miressi, Rachel Mohawege, Paris Leroy, Edna Piorko, Irena Procházková, Daniela Rebecchi, Caroline Rexborg, Angelo Rossi, Sandra Schawalder, Shigeru K, Sergey Teplyako,  Ildikó Terebesi, Silvia Withöft-Foremny. Each artist creates an idealized, experiential space for the viewer, which is strongly influenced by and constructed upon beliefs, emotions, nostalgia, and imaginations. Encompassing various media that include photography, acrylic, stone and clay minerals, The Narrative Panorama juxtaposes the painterly technique, digital production and sculpture, which in turn encapsulates contrasti!
 ng contemporary narratives and visual languages.
Curated by Cristina Madini
Guide imagine: Jungle of emotions – oil on canvas  cm 100x120x4 byi Marta Kisiliczyk

On the website you will find all the research material on each artist 
For more information, please contact Giuseppe Barbolla at [email protected] 

ore 18.30

Presentazione del libro WHITE & COLORED.

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

Architettura e segregazione razziale nel South degli Stati Uniti. 1930-1965 di Giusi Bruno (LetteraVentidue, 2018). Il paesaggio urbano del South americano è stato marcato dalle leggi segregazioniste. Questo libro spiega per la prima volta l’origine del fenomeno e denuncia il problema etico affrontato dagli architetti. Introduce Giuseppe Peratoni. E’ presente l’autore.

Iniziativa a cura di Giusy Bruno

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA                                                                                                                   

Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) - 00165 Roma                                                                                           

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 20.00 - Sabato e Domenica chiuso

Tel. 06/6876543 – 060608           

Per saperne di più:

https://www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS178069  

INGRESSO LIBERO                                                                                                                                              

Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia                                                                                             

Orario di apertura per la consultazione: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00                       

sabato e domenica chiuso.

ore 18.30 

ERRANZA E DISORIENTAMENTO

dialoghi in fotografia

doppia personale di Mario Martignetti ed Emiliano Vegliante

a cura di Ottavio Celestino

Spazio Cerere Roma

Inaugurazione: venerdì 14 dicembre 2018, ore 18.30

Apertura al pubblico: dal 15 al 21 dicembre 2018 Spazio Cerere Roma, Via degli Ausoni 3 comunicato stampa Venerdì 14 dicembre alle ore 18.30 inaugura presso lo Spazio Cerere la mostra fotografica ERRANZA E DISORIENTAMENTO, doppia personale di Mario Martignetti e d Emiliano Vegliante, a cura di Ottavio Celestino. Nel progetto fotografico di Mario Martignetti ed Emiliano Vegliante, aleggia un velato stato di coscienza-incoscienza tra realtà e finzione: uno scenario volutamente in bilico tra concretezza realistica del paesaggio urbano, industriale, agricolo e un'esplicita volontà di astrazione. È quella di Martignetti e Vegliante una fotografia matura e cosciente di quali siano i canoni classici della composizione e della tecnica, ma al tempo stesso vuole essere una fotografia completamente libera dai vincoli della documentazione. Vaga in essa un senso di disorientamento quasi esplicito: sono fabbriche o città futuribili ? È una decadenza ecologica per troppa presenza dell’individuo o per eccessiva assenza? Nelle immagini presentate la fotografia è composita, libera dal singolo punto di vista perché influenzata dal subconscio umano e dalle emozioni. I due autori non intendono alimentare il visibile ma ambiscono a documentare qualcosa d’invisibile, vogliono suggerire un mondo dove l’uomo è appena percepibile nelle tracce di questi paesaggi, forse a ricordarci di un mondo eccessivamente meccanizzato e virtualizzato. Una chiara sintonia d’intenti per misurarsi in un racconto dello spazio e degli spazi umani tra smarrimento ed alienazione, tra conosciuto e sconosciuto, quasi una metafora implicita del mondo interiore. Ottavio Celestino Biografie: Mario Martignetti nasce a Buonabitacolo (SA). Per i suoi studi si trasferisce Napoli e si stabilisce poi a Roma dove nel 2009 si diploma al master triennale dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata. Inizia da subito a collaborare con diversi studi fotografici importanti della capitale. Negli anni acquisisce una padronanza di linguaggio che oscilla tra video, fotografia e postproduzione digitale. Nel 2014 partecipa al progetto promosso dalla Fondazione Peretti “Ghitta Carell e il potere del ritratto”. Dal 2014 al 2017 è responsabile della documentazione fotografica delle mostre per la Fondazione Pastificio Cerere di Roma. Nel 2016 per Mondo Mostre Skira realizza la documentazione fotografica della mostra “Dagli Impressionisti a Picasso” presso Palazzo Ducale di Genova. Nel 2016 per l’Istituto superiore Leon Battista Alberti, in collaborazione con Melting Pro realizza il video: ”Made and told”. In questi anni è intensa la sua collaborazione in qualità di fotografo con gli artisti: Nunzio, Giuseppe Gallo, Marco Tirelli, Giangaetano Patanè e Bruno Ceccobelli. È attivo presso lo Studio 123 di Roma dove attualmente è operativo nella organizzazione e gestione di diversi clienti italiani ed esteri. Emiliano Vegliante, nato a Roma nel 1974, si avvicina alla fotografia nei primi anni del 2000. Si diploma presso la Scuola Romana di Fotografia, frequenta successivamente numerosi workshop di fotografia di paesaggio. Sviluppa una propria ricerca nell’ambito della fotografia di landscape, realizzando diversi reportage tra Islanda, Namibia, Turchia, Giordania, Albania, Usa, ecc. Nei suoi lavori fotografici ha applicato negli ultimi anni una peculiare visione del paesaggio dove la fotografia assume un’impronta meno descrittiva e più emozionale. Partecipa a numerose collettive in Italia. I suoi lavori sono distribuiti da Getty Images e ClickAlps. È per altro attivo nel mondo della didattica svolgendo interventi di formazione presso RUFA e ISIA e ISFCI. SCHEDA INFORMATIVA MOSTRA Mostra: ERRANZA E DISORIENTAMENTO Artisti: Mario Martignetti, Emiliano Vegliante Curatore: Ottavio Celestino Sede: Spazio Cerere, via degli Ausoni 3 Inaugurazione: venerdì 14 dicembre 2018, ore 18.30 Date: 15-21 dicembre 2018 Orario: dal lunedì al venerdì 17.00 – 19.00, sabato e domenica 18.30 – 22.00; su appuntamento contatti 3453577591 Mario Martignetti 3917463115 Emiliano Vegliante Info: [email protected]

ORE 18:30

Poliphonia/Sequence di Yvonne Ekman

Galleria Frammenti D'Arte

14 DICEMBRE 2018, ORE 18:30

Via Paola, 23 - Roma

 

Galleria Frammenti D'Arte è lieta di presentare la mostra personale di Yvonne Ekman

 

Yvonne Ekman è un’artista cui è difficile cucire un'unica veste,

è una libera viaggiatrice che abbandona la strada principale

“per arrampicarsi sull'alto argine di terra, dove una pista appena segnata e poco battuta

portava verso Est, attraverso la folta boscaglia di abeti.

 

La mostra rimarrà aperta fino al

15 Gennaio 2019

Orari: dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 19.30

Sabato e Domenica su richiesta

 

Galleria Frammenti D'Arte   

Via Paola 23,  00186 - Roma

tel 06.93571441   mob 333.2000389   

www.galleriaframmentidarte.com

ore 18.30

Paolo Freschi

Alfabeti

monogramma

Le opere di Paolo Freschi hanno la prerogativa di imporsi per una immediatezza espressiva che è data sia da una sintesi compositiva sia da un’essenzialità cromatica.

A suo modo l’artista ripropone un discorso in chiave liberty, ma con l’originalità di una visione esotico-floreale che ci trasferisce in un clima di sogno e per certi versi quasi irreale.

Paolo Freschi “inventa” per così dire queste sue immagini immerse in un clima fantasioso, ove ogni elemento concorre soprattutto ad evocare più che a tradursi in termini di racconto. In tal senso l’artista bandisce dalla sua tavolozza, ed a ragione, ogni accorgimento descrittivo, mirando soprattutto ad una esemplificazione formale, i cui contenuti si riflettono come valori significanti e per certi aspetti simbolici.

monogramma

via margutta, 102 - 00187 Roma - tel. +39 06 32650297 Fax +39 06 32655574 www.monogramma.it

Ufficio Stampa Gianluca Morabito +39 348 0537611 – [email protected]

La mostra resterà aperta fino al 21 dicembre 2018 con i seguenti orari :

tutti i giorni escluso i festivi, dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.0

ore 20.30

L’arpa virtuosa di Augusta Giraldi a “Note in biblioteca” della IUC

biblioteca “Ennio Flaiano"

venerdì 14 dicembre alle 20.30 presso la biblioteca “Ennio Flaiano” (Via Monte Ruggero 39, Roma 06 4546 0431). Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Trentanovenne, romana, Augusta Giraldi è la nuova star dell’arpa, premiata in diversi concorsi nazionali ed internazionali. Richiesta dalle orchestre d’Italia e d’Europa, ha suonato sotto la guida di molti importanti direttori, tra cui A. Pappano, V. Gergiev, L. Maazel, Z. Metha e D. Barenboim. È stata scelta da Ennio Morricone, sotto la cui direzione ha suonato in Italia, Europa, Asia e Americhe e ha registrato le sue musiche da film. Ha collaborato anche con Dee DeeBridgewater e Dianne Reeves.

Suonerà, in originale o in trascrizione, un ampio ventaglio di musiche di epoche e autori diversi, da Bach e Debussy, finendo con la famosissima a canzone napoletana Fenesta ca lucive, attribuita a Vincenzo Bellini e trascritta per arpa da Cesare Sebastiani, e con Harpicide at Midnight dell’arpista e compositrice americana Pearl Chertok, uno dei brani più noti scritti per l’arpa da un autore contemporaneo.

La stessa Augusta Giraldi guiderà all’ascolto delle musiche in programma.

IL concerto è realizzato dalla IUC in collaborazione con Università “Sapienza” di Roma e Biblioteche di Roma.

15 dicembre 2018

ore 11

Artughet

Torna l'appuntamento con Artughet, al Ghetto contemporaneamente. 

dalle ore 11 alle ore 14

Galleria Anna Marra

Galleria Valentina Bonomo

Galleria Edieuropa

ore 11

 XMAS PARTY A Ladispoli

Compagnia Teatrale de "I Servitori dell'Arte"

A 10 GIORNI DA NATALE – XMAS PARTY A Ladispoli il Natale si fa…in dieci! 

Sabato 15 dicembre 2018, a partire dalle ore 11.00, presso l'Area Eventi de "La Grottaccia" di Via Rapallo 14, prende il via la manifestazione-evento "A 10 giorni da Natale - Xmas Party", la festa a tematica natalizia che celebra anche i dieci anni di attività de "I Servitori dell'Arte." "I Servitori dell'Arte", Associazione Culturale nata proprio a Ladispoli, nel 2008, celebrano il loro decimo anno di attività a conclusione di un formidabile “tour teatrale 2018” che, da Grosseto a Firenze, passando per ben quattro regioni e nove città, li ha, ancora una volta, consacrati come una delle realtà teatrali-culturali più valorose e interessanti del panorama artistico nazionale.

Dal loro esordio dieci anni fa con uno spettacolo di Carlo Goldoni, passando per le serate a tema e i primi laboratori artistici, l'offerta e la qualità culturali della compagnia sono andate arricchendosi negli anni, permettendo, altresì, un coinvolgimento aperto a tutte le fasce d'età: corsi di teatro per adulti e bambini, visite guidate animate, individuali e di gruppo, tour teatrali di successo e molte altre succulente attività, incontri e manifestazioni presso l'area eventi de "La Grottaccia", tornata a splendere dopo un periodo di disuso, proprio grazie a "I Servitori dell'Arte". La festa di Natale di sabato 15 dicembre, prenderà il via in tarda mattinata con i mercatini dell'artigianato locale, dove poter trovare tante idee per dei regali di Natale di qualità, a basso costo. A seguire non mancherà di certo una parte più artistica e creativa, con l'esibizione, nel pomeriggio, di alcuni cantanti provenienti da Civitavecchia, del Coro dei bambini e di un intraprendente gruppo di violinisti; successivamente anche le esibizioni di alcuni artisti di strada e gli immancabili sketch teatrali della Compagnia. Per i più piccoli l'atmosfera si farà ancor più magica con la Casa di Babbo Natale...del resto, ormai, a dieci giorni da Natale, è tempo di letterine e desideri sotto l'albero. Ad arricchire il tutto, una ricca riffa a premi, nonché dolci e aperitivo finale per un caloroso scambio di auguri

DETTAGLI EVENTO: QUANDO: Sabato 15 Dicembre 2018, ore 11:00 DOVE: Area-Eventi “La Grottaccia”, Via Rapallo 14, 00055 Ladispoli (RM) DURATA: fino alle ore 20:00 circa.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: www.iservitoridellarte.com [email protected] - 334.5393001 

ore 17.30 “Rumba con Bach”:

musica di Bach e musica latina, con tre grandi solisti

che incrociano armonie barocche e ritmi sudamericani

Aula Magna dell’Università “Sapienza”

Cosa hanno in comune Bach e la rumba? Apparentemente niente, ma ne siamo proprio sicuri? Una risposta la daranno Veronika Eberle (violino), Edicson Ruiz (contrabbasso) e Gonzalo Grau (percussioni) che sabato 15 dicembre alle 17.30 saranno all’Aula Magna dell’Università “Sapienza” per i concerti della IUC (Istituzione Universitaria dei Concerti). Il loro progetto “Rumba con Bach” incuriosisce già dal titolo.

Il concerto accosta Bach “come è” a Bach contaminato con la musica sudamericana dai compositori Efrain Oscher e Gonzalo Grau, due musicisti “latinos” – uruguaiano il primo, venezuelano il secondo - perfezionatisi in Europa e Usa.

Edicson Ruiz, contrabbassista dei Berliner Philharmoniker, la migliore orchestra del mondo, apre il concerto eseguendo col contrabbasso la Suite n. 1 per violoncello, un vero tour de force virtuosistico. Poi Veronika Eberle suona la Partita n. 2 per violino solo di Bach, che contiene la celeberrima Ciaccona.

Il terzo brano vede la Eberle e Ruiz insieme nella Passacaglia per violino e contrabbasso di Efrain Oscher, che contamina la antica danza usata da Bach con la musica sudamericana; composta nel 2018, è ora in prima esecuzione italiana. Per finire Rumbach for J. S. di Gonzalo Grau, che mette in parallelo cinque danze del Settecento che si trovano nelle suite di Bach e cinque danze caraibiche.

A sedici anni Veronika Eberle già debuttava al festival di Salisburgo con i Berliner Philharmoniker diretti da Sir Simon Rattle ed ora è unanimemente considerata uno dei più grandi talenti del violino emersi recentemente. Il suo eccezionale talento, il suo equilibrio e la sua matura musicalità le sono riconosciuti dalle orchestre, sedi concertistiche e festival più importanti del mondo intero, nonché da alcuni dei più eminenti direttori d'orchestra.

Il venezuelano Edicson Ruiz, contrabbassista dei Berliner Philharmoniker, la migliore orchestra del mondo, ha due record: quando è entrato in quell’orchestra a 17 anni era il più giovane tra quei musicisti e il primo sudamericano a farne parte.

Gonzalo Grau, anch’egli venezuelano, è un polistrumentista, che oltre alle percussioni suona il pianoforte, il violoncello e la viola da gamba; ha ideato molti suoi progetti musicali e ha collaborato con celebri musicisti, classici e no, tra cui Ronaldo Villazon, Osvaldo Golijov e le sorelle Labèque, vincendo due ECHO Award e uno Choc de la musique.

ore 17.30

Terza Edizione della mostra Christmas Art

Arte Borgo Gallery

Prende il via sabato 15 dicembre 2019 nello spazio espositivo di Arte Borgo Gallery la Terza Edizione della mostra Christmas Art, uno degli appuntamenti che accompagnano il clima Natalizio della città, in cui vengono presentate le opere di artisti internazionali.

Ogni artista si racconta attraverso la propria tecnica, il proprio stile e la propria ricerca, regalandoci una varietà di rappresentazioni in cui spicca sensibilità e capacità creativa.

I numerosi e diversificati lavori dei vari artisti sono lo spunto di interpretazione e riflessione per gli osservatori che possono godere della bellezza delle opere , lasciandosi coinvolgere da sentimenti ed emozioni che solo l’arte può regalare.

Il vernissage inaugurale si svolgerà il 15 dicembre alle ore 17,30 con la partecipazione del critico d’arte Nicolina Bianchi, Editore e Direttore Responsabile del periodico SEGNI D’ARTE.

Artisti partecipanti: Patrizia Almonti, Isabella Angelini, Lesley Bunch, Rita Canino, Paola Ceci, Roberta d’Annibale, Daniela de Scorpio, Nora Ficcadenti, Enrico Frusciante, Danila Fulgenzio, Elke Hubmann-Kniely, Igor Ladojanine, Silvana Landolfi, Lorenzo Pompeo Lombardo, Beata Makowska, Rose Passalboni, Doina Popescu, Maria Puerto Fullana, Giulia Quaranta Provenzano, Maria Caterina Russo.

La mostra sarà visitabile dal 17 dicembre 2018 al 10 gennaio 2019.

Arte Borgo Gallery

Borgo Vittorio 25 - Roma

Orari mostra:

lunedì 15.00 – 19.00

dal martedì al venerdì 11.00-19.00 sabato 10.00/13.00

domenica e festivi chiuso Informazioni: 345-22.28.110 www.arteborgo.it [email protected]

ore 18

L' ARTE INCONTRA LA POESIA 
Relais Rione Ponte

Sabato 15 Dicembre 2018 ore 18.00 - 20.00 | Relais Rione Ponte


Presentazione del volume "Nessun pensiero conosce l'amore" di Fabrizio Falconi, edito da Interno Poesia,

nella cornice di THE JOURNEY mostra personale di Renzo Bellanca a cura di Emmeotto Arte





UN'OCCASIONE SPECIALE PER SCEGLIERE IL VOSTRO REGALO DI NATALE




I posti sono limitati, si prega di confermare la partecipazione al seguente [email protected]

ore 18

Waterdrop di Carlo Ulpiani

Il 15 e 16 Dicembre, presso gli spazi Medina Roma, Waterdrop mostra fotografica di Carlo Ulpiani. Inaugurazione Sabato 15 Dicembre ore 18:00.

 

Orizzonti Contemporanei. Rassegna Medina all'interno del Premio Art-e 2018

Dal 15 Dicembre 2018 al 15 Gennaio 2019 rassegna Medina Orizzonti Contemporaneiall'interno del Premio Art-e 2018. Exhibition nella storica e suggestiva cornice del Monastero di Sant'Erasmo a Veroli (FR). Inaugurazione: Sabato 15 Dicembre ore 18:00.

ORE 19.45

SENSI PARALLELI: DIALOGHI TRA ANTICO E MODERNO

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Roma 1 Dicembre 2018: -  Arriviamo all'ultimo incontro con SENSI PARALLELI: DIALOGHI TRA ANTICO E MODERNO, progetto riconosciuto dal MIBAC tra gli eventi dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 in programma al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia,   l’Associazione Culturale Pachis incontra gli appassionati di arte e cibo per questa ultima originale serata. 

Racconti, aneddoti, filmati ed immagini accompagnati dalla voce di professionisti dell’arte e dell’enogastronomia.  Citazioni antiche e parole moderne introducono la parte esperienziale  durante la quale i conduttori fanno “sentire” e assaggiare con il naso, la bocca e gli occhi:   attraverso il corpo per arrivare al cuore e alla mente e quindi alla memoria.

 
PROSSIMO INCONTRO
sabato 15 Dicembre
 
LA RISCOPERTA DELL’ANTICO NEI PAESAGGI PITTORICI MODERNI: 
La Scuola Romana e la città eterna. La “vista” dell’antico

Un viaggio attraverso le opere pittoriche degli autori principali della Scuola Romana del Novecento. Visioni romane, monumenti, colori e interpretazioni del passato attraverso gli occhi della modernità.  

Prima del seminario si introdurrà il viaggio tra antico e moderno con la vista guidata alla Collezione degli Ori Castellani: la passione antiquaria specchio di un’antica modernità. Attraverso le parole e le interpretazioni di Armando Castagno (storico dell'arte, critico e scrittore, giornalista e relatore di cultura enoica)  entreremo nelle opere pittoriche di Scipione, Mario Mafai, Antonietta Raphael, Giuseppe Capogrossi, Emanuele Cavalli, Corrado Cagli e altri autori che ritraggono vedute dell’area monumentale della città eterna. Soggetti antichi attraverso occhi moderni in un parallelo continuo. Ad accompagnare l’incontro spunti territoriali tra il Lazio e Roma in collegamento storico con vitigni e vini del territorio laziale. Il carattere di un vino, i colori di un’opera, le emozioni suscitate dai ricordi del passato.
 
DETTAGLI DELL’INCONTRO:
-Ore 19.45 Sale espositive: vista guidata alla Collezione degli Ori Castellani: la passione antiquaria specchio di un’antica modernità
-Ore 21.00 Sala della Fortuna: incontro tra arte e Vino con degustazione di  Montecompatri Superiore Virtù Romane - Tenuta Le Quinte

La partecipazione a tutti gli eventi è compresa nel costo del biglietto del museo (4€) secondo tariffazione vigente, salvo gratuità e riduzione come da legge. 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA


PER INFO E PRENOTAZIONI: [email protected]    www.pachis.roma.it    Tel: 324 6214061  

ore 20.30

MUSEI CAPITOLINI

“YOUTH in Arte”

Nel week-end l’arte si anima: le giovani promesse della Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma oltre alle visite guidate, i laboratori e le nuove avventure delle Mystery Rooms

Sabato 15 dicembre apertura serale dei Musei Capitolini con le esibizioni di un Quartetto d’archi e un Quintetto d’ottoni. Domenica 16 attività gratuite al Bilotti, Napoleonico, Barracco e al Museo della Repubblica Romana

Roma, 12 dicembre 2018 – Si avvicina un nuovo fine settimana con gli appuntamenti della manifestazione Nel week-end l’arte si anima. Saranno ancora i Musei Capitolini ad aprire il programma settimanale dell’evento promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’apertura serale straordinaria di sabato 15 dicembre dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso alle ore 23). Questa settimana, oltre ad apprezzare le bellezze del museo e delle mostre temporanee La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia e I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura, i visitatori avranno l’opportunità di essere accompagnati, al costo simbolico di un euro o gratuitamente con la MIC Card, dalle musiche dello spettacolo YOUTH in Arte realizzato dalla Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.

La Youth Orchestra è la realtà giovanile istituita dal Dipartimento Didattica e Formazione del Teatro dell’Opera di Roma a seguito di una rigorosa selezione tenutasi nel febbraio 2016. Con ottanta allievi iscritti, essa vanta un organico di molti giovani musicisti provenienti da ogni parte d’Italia e ha all’attivo un ragguardevole repertorio sinfonico e operistico. A esibirsi in occasione dell’apertura di sabato 15 sarà un Quartetto d’archi composto da Florian Lekaj (violino I), Elisabetta Cananzi (violino II), Valentina Calicchia (viola), Gaia Di Domenico (violoncello) che eseguirà il Quartetto in sol maggiore Op. 77 n. 1 di Franz Joseph Haydn (Ore 20.30 Esedra del Marco Aurelio, ore 21.30 Palazzo Nuovo, ore 22.30 Sala Pietro da Cortona), e un Quintetto di ottoni composto da Gabriele Gregori (corno), Alessandro Fresu e Nicolò Pulcini (trombe), Vincenzo Pace (trombone), Manuel Papetti (tuba) che proporrà le musiche di Bach, Voxman, Brown e Joplin (Ore 21 Sala Pietro da Cortona, ore 22 Esedra di Marco Aurelio, ore 23 Palazzo Nuovo).

Terminata la serata di festa ai Capitolini, il programma di eventi continuerà domenica 16 dicembre con il consueto appuntamento con il concerto gratuito. Questa volta sarà il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina a ospitare alle ore 11.30 l’esibizione domenicale curata dalla

Roma Tre Orchestra. Il trio composto da Damiano Babbini al violino, Costanza Pepini alla viola e Andrea Nocerino al violoncello eseguirà brani di Alfred Schnittke, Zoltan Kodaly e Ludwig van Beethoven.

Dalla mattina musicale si passerà poi al pomeriggio di domenica in compagnia, questa volta, delle attività didattiche e visite a ingresso gratuito in alcuni musei del Sistema. Si comincerà alle 15.30, ancora al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, con il laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni dal titolo Piccoli/grandi fratelli d’Italia. Attraverso questa attività si cercherà di stimolare la curiosità per un’epopea eroica e densa di ideali, rinvigorendo il senso di rispetto per la nazione, l’orgoglio per le proprie radici e la comprensione e il rispetto delle tante diversità regionali e culturali che compongono l’Italia. Ciascun bambino sceglierà il suo personaggio preferito da una immaginaria Galleria di Ritratti della Nazione e sarà invitato a colorarlo. I bambini scopriranno da dove provengono i personaggi prescelti e, riunitisi in gruppi secondo gli stati di provenienza, aggiungeranno i loro tasselli al puzzle generale dell’Italia, secondo un ordine progressivo di anni (1861, 1866, 1870…).

Nel cuore di Villa Borghese, invece, prenderà vita alle ore 16.00 la visita guidata alla mostra antologica Balla a Villa Borghese in programma al Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese fino al 17 febbraio 2019. La visita sarà un’occasione per conoscere l’opera del Balla pre-futurista, la sua mirabile tecnica, il lirismo con cui visse e rappresentò Villa Borghese. Alle mirabili opere pittoriche e grafiche in mostra si accompagnerà la visione delle fotografie della Villa di Mario Ceppi, occasione di confronto tra ieri e oggi e tra pittura e fotografia. Completerà la visita la visione del docu-film su Balla di Jack Clemente.

Altre proposte a disposizione dei visitatori questo fine settimana saranno le nuove avventure con le Mystery Rooms. Dopo il successo dei primi appuntamenti domenica 16 andranno di nuovo in scena le storie dense di mistero ambientate nei musei Napoleonico e Giovanni Barracco. Si comincerà proprio in quest’ultimo spazio con l’avventura dal titolo Le mani sul museo. Concerto avventura per salvare il Museo Barracco in programma alle ore 10.30 e alle 14.00. Un concerto che si trasformerà magicamente in un’avventura, alla ricerca della risoluzione di un fitto mistero che avvolge il Museo e ne minaccia l’esistenza. Un custode scomparso, un funzionario pazzo ma, soprattutto, la perdita dell’unico fondamentale documento in grado di evitare la distruzione del Museo da parte di un’agguerrita multinazionale daranno il via a una vera e propria caccia al tesoro tra le sale del museo in cui i partecipanti andranno alla ricerca degli indizi utili al ritrovamento dell’importante documento.

Al Museo Napoleonico invece andrà in scena, alle ore 15 e alle ore 16.30, la mystery dal titolo Album Bonaparte. Indagine nel passato, presente e…futuro di una famiglia. Sarà un’esperienza rivolta a un pubblico curioso,

appassionato di storia e di mistero, in cui i partecipanti potranno esercitare la propria immaginazione muovendosi da un indizio all’altro alla scoperta dei segreti nascosti della famiglia Bonaparte. Dentro le vetrine, nelle librerie, ben nascosto dietro la magniloquenza dei ritratti ufficiali si nasconde, infatti, un universo di tracce, oggetti, disegni, doni, che parla della famiglia e delle relazioni misteriose che intercorsero tra i suoi membri. Si comincerà con una sorta di seduta spiritica collettiva che rievocherà la vita contenuta negli oggetti per poi muoversi tra le stanze entrando in relazione con la collezione del museo e tentare di ricomporre l’album di famiglia.

Nel week-end l’arte si anima è una manifestazione promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ed è realizzata in collaborazione con le principali istituzioni cittadine come Fondazione Musica per Roma, Teatro di Roma, Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Università Roma Tre e con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Prossimi appuntamenti: sabato 22 dicembre nuova apertura serale dei Musei Capitolini con gli eventi a cura del Fondazione Musica per Roma.

PROGRAMMA EVENTI

Sabato 15 dicembre

MUSEI CAPITOLINI

“YOUTH in Arte”

A cura del Teatro dell’Opera di Roma

ESEDRA DI MARCO AURELIO

Ore 20.30 – Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Ore 22.00 – Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

SALA PIETRO DA CORTONA

Ore 21.00 – Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Ore 22.30 – Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

PALAZZO NUOVO

Ore 21.30 – Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma Ore 23.00 – Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma Programma: Franz Joseph Haydn, Quartetto in sol maggiore Op. 77 n. 1 Con: Florian Lekaj (violino I), Elisabetta Cananzi (violino II), Valentina Calicchia (viola), Gaia Di Domenico (violoncello)

Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Programma: Johann Sebastian Bach: If Thou be near; Himie Voxman, A Purcell suite; Richard E. Brown: A little Bartòk suite; Scott Joplin: Three ragtime

Con: Gabriele Gregori (corno), Alessandro Fresu e Nicolò Pulcini (trombe), Vincenzo Pace (trombone), Manuel Papetti (tuba)

Domenica 16 dicembre ore 11.30

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA

A cura di Roma Tre Orchestra

Programma: A. Schnittke: String Trio (1985); Z. Kodaly: Intermezzo per Trio d’Archi; L.v. Beethoven: Trio per archi in sol maggiore op. 9 n. 1

Con: Damiano Babbini (violino), Costanza Pepini (viola), Andrea Nocerino (violoncello)

PROGRAMMA VISITE E ATTIVITÀ DIDATTICHE

Domenica 16 dicembre ore 15.30

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA

“Piccoli/grandi fratelli d’Italia”

Laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni

Prenotazione consigliata allo 060608

(Max 30 persone fino a esaurimento posti)

Domenica 16 dicembre ore 16.00

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE

“Balla a Villa Borghese”

Visita guidata alla mostra

Prenotazione consigliata allo 060608

(Max 30 persone fino a esaurimento posti)

MYSTERY ROOMS

Domenica 16 dicembre ore 15.00 e 16.30

MUSEO NAPOLEONICO

“Album Bonaparte. Indagine nel passato, presente e…futuro di una famiglia”

Prenotazione obbligatoria allo 060608

(Max 15 persone)

Domenica 16 dicembre ore 10.30 e 14.00

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO

“Le mani sul museo. Concerto avventura per salvare il Museo Barracco”

Prenotazione obbligatoria allo 060608

(Max 12 persone)

NEL WEEK-END L’ARTE SI ANIMA

Musei Capitolini

Piazza del Campidoglio, 1 Sabato 24 | Apertura dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23)

Ingresso 1 euro

Ingresso gratuito per i possessori della MIC Card

Piccoli musei a ingresso gratuito Eventi tutte le domeniche del mese

Info Tel 060608 - www.museiincomuneroma.it

Facebook @Museiincomuneroma - Twitter @museiincomune

Instagram @Museiincomuneroma #ArtWeekEnd

16 dicembre 2018

ore 10.30 e 14.00

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO

Nel week-end l’arte si anima: le giovani promesse della Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma oltre alle visite guidate, i laboratori e le nuove avventure delle Mystery Rooms

 

 

PROGRAMMA EVENTI

 

Domenica 16 dicembre ore 11.30

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA

A cura di Roma Tre Orchestra

Programma: A. Schnittke: String Trio (1985); Z. Kodaly: Intermezzo per Trio d’Archi; L.v. Beethoven: Trio per archi in sol maggiore op. 9 n. 1

Con: Damiano Babbini (violino), Costanza Pepini (viola), Andrea Nocerino (violoncello)

PROGRAMMA VISITE E ATTIVITÀ DIDATTICHE

Domenica 16 dicembre ore 15.30

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA

“Piccoli/grandi fratelli d’Italia”

Laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni

Prenotazione consigliata allo 060608

(Max 30 persone fino a esaurimento posti)

Domenica 16 dicembre ore 16.00

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE

“Balla a Villa Borghese”

Visita guidata alla mostra

Prenotazione consigliata allo 060608

(Max 30 persone fino a esaurimento posti)

MYSTERY ROOMS

Domenica 16 dicembre ore 15.00 e 16.30

MUSEO NAPOLEONICO

“Album Bonaparte. Indagine nel passato, presente e…futuro di una famiglia”

Prenotazione obbligatoria allo 060608

(Max 15 persone)

Domenica 16 dicembre ore 10.30 e 14.00

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO

“Le mani sul museo. Concerto avventura per salvare il Museo Barracco”

Prenotazione obbligatoria allo 060608

(Max 12 persone)

NEL WEEK-END L’ARTE SI ANIMA

Musei Capitolini

Piazza del Campidoglio, 1 Sabato 24 | Apertura dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23)

Ingresso 1 euro

Ingresso gratuito per i possessori della MIC Card

Piccoli musei a ingresso gratuito Eventi tutte le domeniche del mese

Info Tel 060608 - www.museiincomuneroma.it

Facebook @Museiincomuneroma - Twitter @museiincomune

Instagram @Museiincomuneroma #ArtWeekEnd

ore 18

Festival Liszt 2018

Palazzo Savelli - Albano Laziale

fino al 16 dicembre


Sabato 13 ottobre si apre il Festival Liszt 2018
“Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro” è lo slogan ufficiale dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 per il  quale il Festival Liszt di Albano, a cura dell’Associazione Amici della Musica Cesare De Sanctis con il contributo dell’Assessorato Cultura, Turismo e Spettacolo del Comune di Albano Laziale, è stato scelto a farne parte dalla Commissione Cultura del MiBACT, quale manifestazione di eccellenza e rappresentativa per la cultura italiana ed europea. Un bel riconoscimento che si aggiunge ad un altro di non meno valore giunto dal  Centro Nazionale di Musicologia Francese (La Sorbonne) che vedrà il direttore artistico del Festival Liszt di Albano Maurizio D’Alessandro, invitato il 27 e 28 ottobre 2018 ad un consesso internazionale a Chateauroux (Francia) nell’ambito del festival francese più significativo su Liszt. Ed è quindi con una impronta fortemente culturale che si apre festival lisztiano e per questo abbiamo inteso inaugurarlo, sabato 13 ottobre alle ore 17.30 presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli, con la Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca  riproponendo quel  Gran Ballo dell’800, una festa, nella quale eleganza, costumi e maniere si incontrano esprimendo  attraverso le danze di società proprie dell’Europa di quel tempo modalità di relazione e cultura. La conferenza sul tema di Don Giovanni in musica presso il Museo Civico tenuta dal  M° Maurizio D’Alessandro (17 novembre) anticipa tre recital pianistici affidati ad interpreti di assoluto valore quali la pianista russa Gala Chistiakova,  con un programma incentrato sulle suggestioni letterarie nella musica tra cui spiccano proprio  le lisztiane reminiscenze sul Don Giovanni di Mozart (25 novembre); Gloria Campaner, tra le più interessanti giovani pianiste della nuova generazione pianistica italiana (2 dicembre) con un programma di ampio respiro (Liszt, Debussy, Scriabin, Prokfiev); Sandro De Palma, celebre pianista rappresentante di quella scuola napoletana che fa capo a Vincenzo Vitale (9 dicembre) con un programma d’impronta romantica (Beethoven, Liszt, Mendelssohn). Continua l’esperienza tra Musica e Teatro con il microdramma di A. Puskin Il Convitato di pietra ovvero Don Giovanni  per la regia di G. Zito con un cast di attori di assoluto rilievo L. Pisani, C. Di Stefano, G. Barbieri e lo stesso G. Zito) in interazione con i Solisti del Festival Liszt Fla Chamber Soloists.
 
Info: presso Assessorato Cultura (0693263240) – URP (0693295224 – 226)
Info e prevendita Drin Service 069364605
Facebook Festival Liszt Albano

ore 16.00

Presentazione del libro L’ARTE NEI LAGER NAZISTI

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

 memoria, resistenza, sopravvivenza. Pittori militari italiani internati in Germania. 1943 – 1945 della professoressa Paola Cintoli (Palombi editore, 2018).

E’ un libro d’arte con immagini di pitture realizzate durante la prigionia da vari internati militari pittori nel Lager nazisti, commentati e con riferimenti sui singoli artisti ripresi dall’autrice. Intervengono: Agostino Bistarelli- professore Storia contemporanea Giunta Centrale per gli Studi Storici, Marta Nezzo- professoressa Fonti e metodologia della Storia dell’arte Università degli Studi di Padova,Giuliana Tomasella- professoressa Museologia e Storia della critica d’arte Università degli Studi di Padova.

Coordina e conclude Luciano Zani- professore Storia contemporanea Sapienza Università di Roma.

Iniziativa a cura di ANEI

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA                                                                                                                   

Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) - 00165 Roma                                                                                           

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 20.00 - Sabato e Domenica chiuso

Tel. 06/6876543 – 060608           

Per saperne di più:

https://www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS178069  

INGRESSO LIBERO                                                                                                                                              

Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia                                                                                             

Orario di apertura per la consultazione: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00                       

sabato e domenica chiuso.

18 dicembre 2018

ore 20.30

Omaggio a Leonard Bernstein a cento anni dalla nascita:

la classica si intreccia al jazz,

come nella vita del grande direttore d’orchestra e compositore americano

Martedì 18 dicembre alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università “Sapienza” ultimo concerto della IUC per il 2018. È dedicato a Leonard Bernstein, il grande compositore, direttore d’orchestra e pianista americano, di cui tutto il mondo celebra nel 2018 il centenario della nascita.

Leonard Bernstein è stato un grande interprete dei classici, da Beethoven a Mahler, e allo stesso tempo come compositore flirtava con il jazz. Dunque è naturale che classica e jazz si mescolino nell’omaggio che la IUC e il mondo musicale romano gli rendono alla fine dei festeggiamenti del suo centesimo compleanno.

Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, e la Ials Jazz Big Band diretta da Gianni Oddi alternano musiche dello stesso Bernstein a George Gershwin, Duke Ellington, Carl Philipp Emanuel Bach, Igor Stravinskij e Artie Shaw.

La prima metà del concerto è interamente dedicata allo stesso Bernstein. Si inizia con West Side Story e poi si passa a Prelude, Fugue and Riffs, che collega con ironia un preludio e fuga - che farebbero pensare a Bach - ai riffs, cioè a una frase musicale breve e molto ritmica ripetuta più e più volte con sempre diverse improvvisazioni, tipica del jazz.

Dopo l’intervallo si ricomincia con Porgy and Bess di Gershwin, poi si passa a Tre Pezzi per clarinetto solo di Stravinsky e a una rielaborazione moderna di un brano di Carl Philipp Emanuel Bach, figlio del grande Johann Sebastian e ai suoi tempi ritenuto perfino superiore al padre.

Un’intera sezione della seconda parte del concerto è dedicata ad Ellington e riserva una stuzzicante sorpresa: una versione di Sophisticated Lady preparata da Salvatore Sciarrino, uno dei maggiori compositori contemporanei. Finale col Concerto composto per il clarinetto da Artie Shaw, il più celebre clarinettista jazz del suo tempo, uno dei fondatori dello swing. Famoso anche per il do acutissimo del clarinetto, questo brano è eseguito dall’autore stesso nel film Second Chorus (1940) di Fred Astaire, che narra la vita di Shaw.

19 dicembre 2018

ore 16.30

  La Videoarte. Il Sessantotto americano di Nam June Paik

Museo di Roma in Trastevere

Dal 14 novembre 2018 al Museo di Roma in Trastevere “Contrappunti”  incontri sull’arte a Roma nel 1968

 

Un ciclo di appuntamenti con interventi dei protagonisti dell’epoca e immagini di opere e mostre realizzate in importanti gallerie romane

 

Roma, 12 novembre 2018. Dal 14 novembre 2018 al 16 gennaio 2019 nella Sala Multimediale del Museo di Roma in Trastevere si svolgerà Contrappunti, un ciclo di incontri per raccontare l’arte a Roma nel 1968, con la partecipazione di alcuni dei protagonisti dell’epoca, a cura di Silvana Bonfili, Roberta Perfetti, e Silvia Telmon.

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale -Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Kinema Associazione Culturale, e con il patrocinio dell’Università Roma Tre - Dipartimento Filosofia, Comunicazione, Spettacolo.

 

A margine dell’ampia rassegna giornalistica dal titolo Dreamers, che al Museo di Roma in Trastevere ha raccontato con immagini e video gli eventi che hanno segnato il 1968, e alla chiusura del cinquantesimo anniversario del Sessantotto, che ha rappresentato una profonda trasformazione della società moderna, dei costumi, dell’immaginario collettivo, dei linguaggi e delle forme espressive, Contrappunti intende raccontare il clima culturale sessantottino e le relazioni creative con il mondo artistico, attraverso il racconto di artisti e critici e la riproposizione di immagini e opere-video che coinvolgono artisti come Alighiero Boetti, Fabio Mauri, Giosetta Fioroni, Mario Ceroli, Luca Maria Patella, Sergio Lombardo, Pino Pascali, Pietro Calzolari, Maurizio Mochetti. Al centro degli incontri le opere, le mostre e le azioni artistiche realizzate in quattro spazi espositivi romani che nel 1968, con la guida dei loro galleristi, hanno proposto singolari attività: L’Attico di Fabio Sargentini, La Salita di Gian Tomaso Liverani, La Tartaruga di Plinio De Martiis, l’Arco d’Alibert di Mara Coccia, Editalia di Lidio Bozzini.

 

 

Sezione “La video art raccontata da Marco Maria Gazzano”

Gli ultimi tre appuntamenti sono dedicati all’attività di video arte che in Italia proprio nel 1968 inizia la sua fortuna per poi diventare una vera e propria disciplina nei successivi anni Settanta. Tale sezione, curata dal Prof. Marco Maria Gazzano, docente presso l’Università Roma Tre – Dipartimento Filosofia, Comunicazione, Spettacolo, sarà accompagnata da documenti video da lui selezionati e provenienti dall’archivio di Kinema Associazione Culturale.

·         Mercoledì 19 dicembre, ore 16.30 -  La Videoarte. Il Sessantotto americano di Nam June Paik

Il coreano Nam June Paik, uno di principali animatori di Fluxus, è il primo a esplorare nuovi campi multimediali ed elettronici riflettendo sul loro ruolo all’interno della cultura moderna.

INFO

Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio 1/b

L’ingresso agli incontri è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili.

Per l’accesso agli spazi espositivi è necessario pagare il biglietto d’ingresso al museo.

I possessori della MIC Card potranno accedere gratuitamente anche agli spazi espositivi.

 

Per maggiori informazioni 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

www.museodiromaintrastevere.it - www.museiincomune.it

21 dicembre 2018

ore 20.30

“Note in biblioteca”:

sei appuntamenti musicali a ingresso gratuito cura della IUC,

da Bach al jazz, dalle antiche canzoni napoletane a Morricone

Comincia una nuova serie di “Note in biblioteca”, la fortunata iniziativa della IUC che da alcuni anni porta la musica nelle biblioteche di Roma Capitale. Il primo appuntamento – ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, come tutti gli altri - sarà venerdì 26 ottobre alle 20.30 alla Biblioteca di Villa Leopardi (via Makallé, tel. 06 4546 0621) con il Jazz Virtuoso Duo, formato da Gianni Oddi al sax e Alessandro Bonanno al piano. Sono in programma brani di alcuni dei più grandi musicisti jazz americani, alternati a musicisti di casa nostra. Si inizia col primo tempo della Sonata for Alto Sax and Piano di Phil Woods, il grande sassofonista scomparso tre anni fa, che veniva chiamato “The New Bird”, in ricordo del soprannome di Charlie Parker. Si prosegue con musiche di Oscar Pettiford, degli stessi Gianni Oddi ed Alessandro Bonanno, di Horace Silver e poi, con un grande crescendo finale, di Dave Brubeck, Duke Ellington (In a sentimental moode It don’t mean a thing), Ennio Morricone e Chick Corea.

La bravura dei due interpreti giustifica pienamente il nome che si sono scelti: Jazz Virtuoso Duo. Gianni Oddi (sax alto e sax soprano) ha collaborato con artisti e direttori d’orchestra come Gianni Ferrio, Bruno Canfora, Nicola Piovani, Franco Piersanti, Bruno Tommaso, Claude Bolling, Luis Bacalov, Dizzy Gillespie, Gil Evans, Liza Minnelli, Ray Charles, Uri Caine. Per anni è stato 1o Alto Sax dell’Orchestra di Musica Leggera della Rai di Roma, poi ha fondato la Ials Jazz Big Band, che tuttora dirige. Alessandro Bonanno, dopo aver vinto alcuni concorsi come pianista classico, si è avvicinato al jazz, vincendo anche in questo campo vari concorsi. Ha collaborato con importanti musicisti come E. Wilkins, N. Stilo, M. Urbani e altri e ha partecipato, come tastierista, al “Fusion Project” del batterista inglese Mel Gaynor dei Simple Minds. Ha al suo attivo numerose incisioni ed è anche compositore e arrangiatore.Il concerto sarà preceduto da una guida all’ascolto a cura di Matteo Macinanti, specializzando di musicologia all’Università “La Sapienza”.

Il secondo appuntamento è venerdì 9 novembre alla Biblioteca “Vaccheria Nardi”, sempre alle 20.30, con Sound Pills in musiche napoletane: dai canti delle lavandaie del XII-XII secolo alle contaminazioni della canzone napoletana col Blues e lo swing.

Si prosegue il 16 novembre a Villa Leopardi con Elio Pecora (voce), Gianni Trovalusci (fFlauti) e Antonio Caggiano (percussioni): Pecora leggerà propri versi d’amore, accompagnato dalla musica del flauto e delle percussioni.

Il 30 novembre alla Biblioteca “Ennio Flaiano” musiche di Haydn e Beethoven col Quartetto Eos, cui la giuria del “Premio Abbiati” della Critica Musicale Italiana ha assegnato il premio per i miglior gruppo giovanile dell’anno.

Il 14 dicembre ancora alla Biblioteca “Ennio Flaiano” l’arpista Augusta Giraldi e il 21 dicembre alla “Vaccheria Nardi” la pianista Silvia D’Augello.

ore 20.30

Biblioteca “Vaccheria Nardi”

La fortunata serie “Note in biblioteca” della IUC si conclude per quest’anno con la pianista Silvia D’Augello, venerdì 21 dicembre 2018 alle 20.30 alla Biblioteca “Vaccheria Nardi” (via Grotta di Gregna 37, tel. 0645460431). L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti, come per gli altri appuntamenti di questa serie.

Questa giovane pianista si è affermata in importanti concorsi nazionali ed internazionali, ha suonato in Italia, Francia, Germania e Austria, ha già inciso i suoi primi dischi, vanta collaborazioni importanti con Roberto Fabbriciani, I Solisti Aquilani, Neos Ensemble e altri celebri musicisti, ed è una speranza del pianismo italiano.

Darà un saggio del suo talento in un programma molto vario, che alterna grandi compositori del Settecento e dell’Ottocento a musicisti italiani d’oggi. Inizia con la celebre “Ciaccona” di Georg Friedrich Haendel: è una danza popolare spagnola, forse di origine messicana, formata da un basso che si ripete ostinatamente sempre uguale e da una melodia che viene sempre variata. La D’Augello passa poi ad uno dei compositori più in vista nel panorama musicale italiano, Francesco Antonioni, noto anche al pubblico radiofonico come “voce” della Rai: si potranno ascoltare i suoi “Preludi diatonici”.

Si prosegue con due grandi compositori romantici che hanno fatto del pianoforte il loro strumento d’elezione:  prima Franz Liszt, con “Giochi d’acqua a Villa d’Este”, che riproducono con sonorità liquide e brillanti i getti d’acqua della celebre villa, in cui il compositore soggiornò a lungo, poi Frédéric Chopin con la “Ballata n. 1 in sol minore op. 23”, drammatica, appassionata, tempestosa.

Per concludere, un altro compositore (e poeta) italiano contemporaneo molto interessante, Paolo Cavallone, di cui la pianista esegue “Confini”, proseguendo una collaborazione che l’ha vista presentare musiche di questo autore in Italia e all’estero.

La stessa Silvia D’Augello introdurrà all’ascolto delle musiche in programma.

9 gennaio 2019

ore 16.30 - La Videoarte. Il Sessantotto italiano di Carlo Quartucci e Carla Tatò

 “Contrappunti”  incontri sull’arte a Roma nel 1968

 

Un ciclo di appuntamenti con interventi dei protagonisti dell’epoca e immagini di opere e mostre realizzate in importanti gallerie romane

 

Roma, 12 novembre 2018. Dal 14 novembre 2018 al 16 gennaio 2019 nella Sala Multimediale del Museo di Roma in Trastevere si svolgerà Contrappunti, un ciclo di incontri per raccontare l’arte a Roma nel 1968, con la partecipazione di alcuni dei protagonisti dell’epoca, a cura di Silvana Bonfili, Roberta Perfetti, e Silvia Telmon.

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale -Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Kinema Associazione Culturale, e con il patrocinio dell’Università Roma Tre - Dipartimento Filosofia, Comunicazione, Spettacolo.

 

Mercoledì 9 gennaio, ore 16.30 - La Videoarte. Il Sessantotto italiano di Carlo Quartucci e Carla Tatò

Due protagonisti del teatro contemporaneo Quartucci e Tatò, rappresentano la felice relazione e la fortunata collaborazione con altri interpreti della cultura contemporanea realizzando delle opere d’arte di grande impatto avanguardistico

INFO

Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio 1/b

L’ingresso agli incontri è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili.

Per l’accesso agli spazi espositivi è necessario pagare il biglietto d’ingresso al museo.

I possessori della MIC Card potranno accedere gratuitamente anche agli spazi espositivi.

 

Per maggiori informazioni 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

www.museodiromaintrastevere.it - www.museiincomune.it

16 gennaio 2019

 ore 16.30 – La Videoarte. Il Sessantotto italiano di Gianni Toti

Museo di Roma in Trastevere

Un artista trasversale, ricercatore e costruttore inesausto di strumenti e linguaggi con cui esprimere idee, speranze e disperanze in flusso continuo dell’uomo nel mondo, letto nello spirito della contestazione sessantottina.

 

Un ciclo di appuntamenti con interventi dei protagonisti dell’epoca e immagini di opere e mostre realizzate in importanti gallerie romane

 

Roma, 12 novembre 2018. Dal 14 novembre 2018 al 16 gennaio 2019 nella Sala Multimediale del Museo di Roma in Trastevere si svolgerà Contrappunti, un ciclo di incontri per raccontare l’arte a Roma nel 1968, con la partecipazione di alcuni dei protagonisti dell’epoca, a cura di Silvana Bonfili, Roberta Perfetti, e Silvia Telmon.

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale -Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Kinema Associazione Culturale, e con il patrocinio dell’Università Roma Tre - Dipartimento Filosofia, Comunicazione, Spettacolo.

 

Mercoledì 9 gennaio, ore 16.30 - La Videoarte. Il Sessantotto italiano di Carlo Quartucci e Carla Tatò

Due protagonisti del teatro contemporaneo Quartucci e Tatò, rappresentano la felice relazione e la fortunata collaborazione con altri interpreti della cultura contemporanea realizzando delle opere d’arte di grande impatto avanguardistico

INFO

Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio 1/b

L’ingresso agli incontri è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili.

Per l’accesso agli spazi espositivi è necessario pagare il biglietto d’ingresso al museo.

I possessori della MIC Card potranno accedere gratuitamente anche agli spazi espositivi.

 

Per maggiori informazioni 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

www.museodiromaintrastevere.it www.museiincomune.it

17 gennaio 2019

ore 17.00

Narciso e Boccardo

 Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1

BIBLIOTECA COMUNALE DI ALBANO "CESARE DE SANCTIS"

V.le Risorgimento, 5
Tel.069320534 - [email protected]

 

Cari Amici,
la Biblioteca di Albano è lieta di invitarVi al nuovo ciclo di incontri con il Prof. Aldo Onorati nell'ambito della XIV edizione del Circolo Letterario dal titolo "Nobel d'Autore".
 

Filo conduttore di questo ciclo di appuntamenti sarà la disamina delle diverse e talvolta inconsuete dinamiche dell'amore e dell'amicizia attraverso l'analisi critica di grandi opere della Letteratura Internazionale, nate dalla penna di Autori insigniti del Premio Nobel. 
 

Il primo appuntamento sarà dedicato al racconto "La sinfonia pastorale" di André Gide ed avrà luogo giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17:00 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1 (primo piano raggiungibile anche con l'ascensore).

 

E'  POSSIBILE  PARTECIPARE  AL  CIRCOLO  SOLO  SE  ISCRITTI  AD  UNA  DELLE  BIBLIOTECHE  DEL  CONSORZIO SBCR: 
si prega quindi di recarsi in una qualsiasi Biblioteca dei Castelli Romani per Sottoscrivere la propria Tessera o Rinnovarla nel caso fosse già scaduta.
 

E'  NECESSARIO   DARE   COMUNICAZIONE  DELLA  PROPRIA  ISCRIZIONE  AL   CIRCOLO  LETTERARIO,  ANCHE SE NON SI INTENDE PARTECIPARE A TUTTI GLI INCONTRI contattando la Biblioteca allo 06/9320534 o al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando i propri dati. 
 

Modera: Alessandra Zeppieri

Progetto: Aldo Onorati, Francesca Ginestra

14 febbraio 2019

ore 17.00

Mia Madre

 Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1

BIBLIOTECA COMUNALE DI ALBANO "CESARE DE SANCTIS"

V.le Risorgimento, 5
Tel.069320534 - [email protected]

 

Cari Amici,
la Biblioteca di Albano è lieta di invitarVi al nuovo ciclo di incontri con il Prof. Aldo Onorati nell'ambito della XIV edizione del Circolo Letterario dal titolo "Nobel d'Autore".
 

Filo conduttore di questo ciclo di appuntamenti sarà la disamina delle diverse e talvolta inconsuete dinamiche dell'amore e dell'amicizia attraverso l'analisi critica di grandi opere della Letteratura Internazionale, nate dalla penna di Autori insigniti del Premio Nobel. 
 

Il primo appuntamento sarà dedicato al racconto "La sinfonia pastorale" di André Gide ed avrà luogo giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17:00 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1 (primo piano raggiungibile anche con l'ascensore).

 

E'  POSSIBILE  PARTECIPARE  AL  CIRCOLO  SOLO  SE  ISCRITTI  AD  UNA  DELLE  BIBLIOTECHE  DEL  CONSORZIO SBCR: 
si prega quindi di recarsi in una qualsiasi Biblioteca dei Castelli Romani per Sottoscrivere la propria Tessera o Rinnovarla nel caso fosse già scaduta.
 

E'  NECESSARIO   DARE   COMUNICAZIONE  DELLA  PROPRIA  ISCRIZIONE  AL   CIRCOLO  LETTERARIO,  ANCHE SE NON SI INTENDE PARTECIPARE A TUTTI GLI INCONTRI contattando la Biblioteca allo 06/9320534 o al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando i propri dati. 
 

Modera: Alessandra Zeppieri

Progetto: Aldo Onorati, Francesca Ginestra

14 marzo 2018

ore 17.00

Preghiera per Cernobil

 Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1

BIBLIOTECA COMUNALE DI ALBANO "CESARE DE SANCTIS"

V.le Risorgimento, 5
Tel.069320534 - [email protected]

 

Cari Amici,
la Biblioteca di Albano è lieta di invitarVi al nuovo ciclo di incontri con il Prof. Aldo Onorati nell'ambito della XIV edizione del Circolo Letterario dal titolo "Nobel d'Autore".
 

Filo conduttore di questo ciclo di appuntamenti sarà la disamina delle diverse e talvolta inconsuete dinamiche dell'amore e dell'amicizia attraverso l'analisi critica di grandi opere della Letteratura Internazionale, nate dalla penna di Autori insigniti del Premio Nobel. 
 

Il primo appuntamento sarà dedicato al racconto "La sinfonia pastorale" di André Gide ed avrà luogo giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17:00 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1 (primo piano raggiungibile anche con l'ascensore).

 

E'  POSSIBILE  PARTECIPARE  AL  CIRCOLO  SOLO  SE  ISCRITTI  AD  UNA  DELLE  BIBLIOTECHE  DEL  CONSORZIO SBCR: 
si prega quindi di recarsi in una qualsiasi Biblioteca dei Castelli Romani per Sottoscrivere la propria Tessera o Rinnovarla nel caso fosse già scaduta.
 

E'  NECESSARIO   DARE   COMUNICAZIONE  DELLA  PROPRIA  ISCRIZIONE  AL   CIRCOLO  LETTERARIO,  ANCHE SE NON SI INTENDE PARTECIPARE A TUTTI GLI INCONTRI contattando la Biblioteca allo 06/9320534 o al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando i propri dati. 
 

Modera: Alessandra Zeppieri

Progetto: Aldo Onorati, Francesca Ginestra

11 aprile 2018

ore 17.00

Padrone e cane

 Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1

BIBLIOTECA COMUNALE DI ALBANO "CESARE DE SANCTIS"

V.le Risorgimento, 5
Tel.069320534 - [email protected]

 

Cari Amici,
la Biblioteca di Albano è lieta di invitarVi al nuovo ciclo di incontri con il Prof. Aldo Onorati nell'ambito della XIV edizione del Circolo Letterario dal titolo "Nobel d'Autore".
 

Filo conduttore di questo ciclo di appuntamenti sarà la disamina delle diverse e talvolta inconsuete dinamiche dell'amore e dell'amicizia attraverso l'analisi critica di grandi opere della Letteratura Internazionale, nate dalla penna di Autori insigniti del Premio Nobel. 
 

Il primo appuntamento sarà dedicato al racconto "La sinfonia pastorale" di André Gide ed avrà luogo giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17:00 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1 (primo piano raggiungibile anche con l'ascensore).

 

E'  POSSIBILE  PARTECIPARE  AL  CIRCOLO  SOLO  SE  ISCRITTI  AD  UNA  DELLE  BIBLIOTECHE  DEL  CONSORZIO SBCR: 
si prega quindi di recarsi in una qualsiasi Biblioteca dei Castelli Romani per Sottoscrivere la propria Tessera o Rinnovarla nel caso fosse già scaduta.
 

E'  NECESSARIO   DARE   COMUNICAZIONE  DELLA  PROPRIA  ISCRIZIONE  AL   CIRCOLO  LETTERARIO,  ANCHE SE NON SI INTENDE PARTECIPARE A TUTTI GLI INCONTRI contattando la Biblioteca allo 06/9320534 o al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando i propri dati. 
 

Modera: Alessandra Zeppieri

Progetto: Aldo Onorati, Francesca Ginestra

9 maggio 2015

ore 17.00

Un pallido orizzonte di colline

 Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1

BIBLIOTECA COMUNALE DI ALBANO "CESARE DE SANCTIS"

V.le Risorgimento, 5
Tel.069320534 - [email protected]

 

Cari Amici,
la Biblioteca di Albano è lieta di invitarVi al nuovo ciclo di incontri con il Prof. Aldo Onorati nell'ambito della XIV edizione del Circolo Letterario dal titolo "Nobel d'Autore".
 

Filo conduttore di questo ciclo di appuntamenti sarà la disamina delle diverse e talvolta inconsuete dinamiche dell'amore e dell'amicizia attraverso l'analisi critica di grandi opere della Letteratura Internazionale, nate dalla penna di Autori insigniti del Premio Nobel. 
 

Il primo appuntamento sarà dedicato al racconto "La sinfonia pastorale" di André Gide ed avrà luogo giovedì 15 novembre 2018 alle ore 17:00 presso la Sala Giunta di Palazzo Savelli (sede del Comune di Albano Laziale) in P.zza Costituente, 1 (primo piano raggiungibile anche con l'ascensore).

 

E'  POSSIBILE  PARTECIPARE  AL  CIRCOLO  SOLO  SE  ISCRITTI  AD  UNA  DELLE  BIBLIOTECHE  DEL  CONSORZIO SBCR: 
si prega quindi di recarsi in una qualsiasi Biblioteca dei Castelli Romani per Sottoscrivere la propria Tessera o Rinnovarla nel caso fosse già scaduta.
 

E'  NECESSARIO   DARE   COMUNICAZIONE  DELLA  PROPRIA  ISCRIZIONE  AL   CIRCOLO  LETTERARIO,  ANCHE SE NON SI INTENDE PARTECIPARE A TUTTI GLI INCONTRI contattando la Biblioteca allo 06/9320534 o al seguente indirizzo di posta elettronica [email protected], indicando i propri dati. 
 

Modera: Alessandra Zeppieri

Progetto: Aldo Onorati, Francesca Ginestra